Pagine

1 Calypso pendants




A very good reinterpretation of the mid century pendants by the design duo Servomuto for the lighting company Contardi

Un'ottima reinterpretazione dei pendenti degli anni '50 firmata dal duo creativo Servomuto per il produttore d illuminazione Contardi.

1 I wish I was there: Playa Grande Beach Club

Playa Grande Beach Club in the north coast of the Domenican Republic.
The only thing I feel like saying is that I wish I was there. 
P.S: For more colonial inspiration, see this romantic house near Goa.

Playa Grande Beach Club sulla costa nord della Repubblica Domenicana.
L'unica cosa che mi sento di scrivere è che vorrei tanto essere lì. 
P:S: Se ti piace lo stile coloniale, guarda anche questa romantica casa vicino a Goa.





@Photos by Patrick Cline and AD

1 Dolce&Gabbana fridges for Smeg

Having seen these refrigerators designed by Dolce & Gabbana for Smeg, you will never look at your fridge in the same light (also because from now on you will  think that your fridge is cheap regardless of how much you paid for it, because these cost 34.000 dollars). 
The two Italian fashion designers were yet again inspired by  Sicilian art, so often a reference in their collections.  

Dopo aver visto questi frigoriferi firmati da Dolce & Gabbana per Smeg, non guarderai mai più il tuo frigo con gli stessi occhi (anche perchè da adesso in poi lo considererai economico, a prescindere da quanto l'hai pagato,  visto che questi costano 34.000 dollari).
I due stilisti italiani hanno tratto ispirazione, ancora una volta, dall'arte e manufattura siciliana, così spesso ricordata nelle loro collezioni.  
 

1 Opening Ceremony in Tokyo

My brother in law has moved back to Japan today and I can't blame him.
Look what the Japanese can do. 
The new Opening Ceremony shop in Tokyo is a feast of colors, stripes and dots. Totally brilliant. 

Il fratello di Alex si è trasferito di nuovo in Giappone e non lo biasimo. 
Guarda che cosa riescono a fare i Giapponesi.
Il nuovo negozio Opening Ceremony di Tokyo è un tripudio di colori, righe e pois. Assolutamente geniale.


0 Primark lands in Italy

I used to shop in Primark in  London in 2000. 
At that time, Primark wasn't so well-known to the public and the only shop was in Tooting, one of the less glamorous area of London.
I bought things there that I still have in my wardrobe. I remember being very vague when asked where I had got my clothes, even if they were actually complimenting them
A few years later half of the female London population were to be found in Primark.
The big Irish high street brand is arriving in Italy imminently near Milan
They are going to open a home section as well. 
In memory of the amazing afternoons in Tooting sharing the big changing room and advice with colorfully dressed strangers, I have selected for you some pretty items for the home from Primark website
Compravo vestiti da Primark a Londra già nel 2000. 
In quel periodo, Primark non era conosciuto dal grande pubblico e l'unico negozio era in Tooting, una dei meno stilosi quartieri di Londra
Ho comprato lì cose che sono ancora nel mio armadio. Mi ricordo che rispondevo in maniera molto vaga quando  mi chiedevano, seppur con ammirazione, dove avevo preso quei vestiti.
Dopo qualche anno, metà della popolazione femminile inglese si riforniva da Primark
Il grande marchio irlandese di abbigliamento al dettaglio sbarca in Italia domani con un mega negozio vicino a Milano.
In memoria di quei bei pomeriggi a Tooting, passati a nel grande camerino a scambiare consigli con delle coloratissime estranee, ho selezionato per voi alcuni oggetti carini per la casa dal sito  Primark.


4 Urban Jungle Bloggers: #Plants & Glass

Welcome to April!
This month the challenge for the Urban Jungle Bloggers green community is "Plants & Glass".
It was quite interesting taking some pictures yesterday with my son Giulio at home with chickenpox, keen to play with me after having spent all day with the babysitter. 
He wanted to work as a stylist and kept putting is toys around the plants hence the giraffe in one of the pictures. 
For this shoot I used a 1950's ice bucket that I generally use a toothbrushes container and a little jar I bought at Porta Portese market in Rome. 
If you want to achieve the same  see-through effect you can also get some plexy-glass pots, like the one I have in my bedroom; they are lighter and they don't break as easily. 
The little octagonal table comes from Morocco, I took it back in my rucksack a few years ago!
The concrete tiles are from Mosaic der Sur


Benvenuto Aprile!
Il nuovo stimolo di questo mese per per la comunità verde di Urban Jungle Bloggers è "Piante e vetro"
E' stato decisamente interessante fare le fotografie ieri con Giulio a casa con la varicella e ben voglioso di giocare dopo aver passato buona parte della giornata con la babysitter. 
Voleva fare lo stylist e continuava a mettere giocattoli attorno alle piante, motivo per cui c'è una giraffa di plastica in una delle foto. 
Per questo servizio, ho usato un cestello del ghiaccio degli anni Cinquanta che di solito uso come porta spazzolini e una piccola caraffa che ho comprato a Porta Portese
Se vuoi ottenere lo stesso effetto 'vedo-non-vedo' puoi anche prendere dei vasi in plexyglass, come quello che ho nella mia camera da letto; sono più leggeri e non si rompono. 
Il piccolo tavolo ottagonale viene dal Marocco, l'ho portato indietro nello zaino!
Le cementine sono di Mosaic del Sur. 

0 Vintage tours in Rome - part II

Here are some other images I took at Porta Portese market in Rome
To read more about this eccentric place (if you haven't done it before) read my post about vintage tours in Rome and if you have any question just ask, I would be happy to help!

Ecco altre foto scattate al mercato di Porta Portese a Roma.
Per sapere di più su questo eccentrico mercato (se non lo hai ancora fatto), leggi il  mio post sui tour alla ricerca del vintage a Roma e se hai quqalche domanda, chiedi, sarò felice di aiutarti!

2 Hermes jungle fever

I think I've caught the 'Hermes jungle fever'. 
One of my favourite recent designs is Jardin d'Osier by Hermes for Dedar (top image). 

I love its vibrant colors, the fact that it is exotic still quite abstract; I am sure it will become a classic in the interior world. 
At first I fell in love with the blue and green version, Jardin d'Osier M03 (below) but now I really like the other two variations. 

Jardin d'Osier is not the only interesting wallpaper and textile created by the Parisian maison.
Equatour (second and third image from top) carries all the colonial charme that Hermes has always had. My favourite is, without shadow of a doubt- M03, in sepia. 
I also find the Zébrures textiles very attractive (the zebra design pictured here in red and black) in all the color versions. 

Mi sa che mi sono presa la 'Hermes jungle fever' (che detta così sembra il titolo di un album di musica elettronica francese anni '90).
Uno dei miei design preferiti negli ultimi tempi è Jardin d'Osier di Hermes per Dedar (immagine in alto). 
Adoro i suoi colori brillanti, il fatto che è esotico ma astratto; sono sicura che diventerà un classino nel mondo degli interni. 
All'inizio mi sono innamorata della versione verde e blu, Jardin d'Osier M03 (qui sotto), ma adesso mi piacciono anche le altre due varianti. 
Jardin d'Osier non è l'unica carta da parati e/o tessuto creato dalla maison francese. 
Equatour (seconda e terza immagine dall'alto) ha in sè tutto il fascino coloniale che il brand Hermes trasuda. La più bella è secondo me ma senza dubbio, la M03, in seppia. 
Trovo anche stupendo il tessuto  Zébrures (il design zebrato riportato qui in rosso e nero), in tutte le sue varianti colore. 

Sophie Pailleret has based the color palette for the living room in her Parisian flat on Hermes Jardin d'Osier and doing so she made the cover of the march issue Elle Decoration (photo by Christian Schaulin). 

Sophie Pailleret ha basato la scelta cromatica per la sala del suo appartamento parigino su Jardin d'Osier di Hermes e così facendo si è conquistata la copertina del numero di Marzo di Elle Decoration (foto di Christian Schaulin).